Manca poco al cenone di Capodanno, e sono questi i giorni in cui avremo tempo per giocare ai giochi da tavolo. A prescindere da alberi, presepi, cerimonie religiose e panettoni, per i gamer il Natale ha solo un significato: poter stare ore al tavolo senza sensi di colpa.

E’ inverno, il tepore delle case in cui ci si ritrova tra profumo di biscotti al burro e cannella ed in sottofondo le musiche dei Crooner che esaltano le melodie natalizie.

Ma quali sono i giochi da tavolo da regalare?

Proviamo a suggerirvene qualcuno, partendo da un gioco diventato rapidamente un grande classico torinese, Torino XXL!

Come forse saprete, nella edizione 2018, il Ristorante Solferino è diventato nel popolare gioco casella e pedina.

Oltre ad essere sul tabellone con una sua casella, siamo anche pedina Fujot della Bagnacaoda.

Se volete Sono arrivate al Ristorante Solferino le scatole di TorinoXXL!, il gioco da tavola che ci vede luogo e pedina nell’edizione 2018.

TorinoXXL! offre un tabellone di grandi dimensioni con le strade più famose da acquistare e far rendere costruendoci edifici e hotel, le attività commerciali, i servizi e i trasporti cittadini, ma anche la prigione de “Le Vallette” e il misterioso Portone del Diavolo che può mandarvi “di qua” o “di là”… E poi, le carte “A’s sa mai” e “Lu savia nen”, piene di divertenti aneddoti corredati da frasi in dialetto e ben 10 pedine che riproducono le icone torinesi come il toret, il fujot della bagna caoda, i gianduiotti, la 500, gli agnolotti, le banconote con i personaggi celebri.

E se vorrete, potrete acquistare TorinoXXL! proprio al Solferino, dove noi siamo già impegnati in durissime partite…

Ma andiamo avanti con la panoramica dei giochi.

Carcassonne

Da due a 6 giocatori, a partire da 7 anni di età, per uno dei giochi da tavolo più di successo di sempre. Le regole semplicissime lo rendono adatto a chi non ha mai giocato mentre una certa varietà e profondità lo fanno permanere da quasi vent’anni nel cuore degli esperti. Lo scopo: competere con gli avversari poggiando sul tavolo delle tessere scelte casualmente che creano strade e città, oppure provare nuove esperienze. Da Locande e Cattedrali a Commercianti e Costruttori passando per le mini espansioni L’Abate, Il Fiume e Le Macchine Volanti.

Arkham horror: il gioco di carte

Basato sulle opere di H.P. Lovecraft, si propone di farci rivivere le cupe atmosfere libresche in piena solitudine. I dati sulla scatola infatti riportano da uno a due giocatori ma in realtà, questo titolo è bello giocarlo per conto proprio, apprezzandone i lati più oscuri.

Nei panni dei noti investigatori dell’incubo immaginati dall’autore statunitense, abbiamo a disposizione un personaggio con un mazzo formato da carte base a cui dovremo aggiungerne altre secondo il nostro temperamento e stile di gioco. Il risultato è un personaggio altamente personalizzato con cui dovremo eseguire indagini, combattere mostri e affrontare incubi con una miscela di azione e narrazione in uno dei mondi letterari più affascinanti di sempre.

Sherlock Holmes, Consulente Investigativo

Londra, Sherlock Holmes 1890. Perfetto per tutti coloro passerebbero 6 serate su 7 a guardarsi tutte le serie Tv di gialli o di thriller di Netflix.

Sherlock Holmes è un avvincente cooperativo. Da giocare da soli, come se fosse un romanzo, in due o in 10. Non importa. Insieme si dovranno risolvere i 10 casi presentati dai 10 opuscoli presenti nel gioco.

Ogni caso è corredato da una copia del New York Times contenente le informazioni del giorno dell’omicidio. Ovviamente, all’interno del giornale ci saranno preziose informazioni per svolgere le indagini, così come piste che non porteranno a nulla.

Ticket to Ride

Un gioco da tavolo premiato in tutto il mondo. Quasi un milione di copie vendute, vincitore di vari premi internazionali.

Punto di forza di Ticket to Ride è la quasi assenza di tempi morti, anche giocando in 5.

Obiettivo è pianificare e costruire una linea ferroviaria passando per delle città che vengono assegnate segretamente ad inizo del gioco. Per fare più punti degli avversari non solo è necessario raggiungere le città-obiettivo, ma è importante pianificare anche come contrastare al meglio gli avversari, costringendoli a riprogettare ogni volta la tratta.

E adesso?

Iniziate a giocare. Noi vi aspettiamo al Ristorante Solferino alla fine della partita.